Arte e cultura con Google

Tutti, ormai, conosciamo Google e ci mancherebbe, visto che è il più diffuso motore di ricerca al mondo e viene utilizzato quotidianamente da centinaia di milioni di utenti sparsi in ogni continente. Molti di meno, però, sappiamo che grazie a Google possiamo compiere delle visite virtuali dei principali musei del mondo (fra cui qualcuno anche in Italia, come la Galleria degli Uffizi di Firenze o i Musei Capitolini di Roma).

In alcuni casi, le immagini messe a disposizione sono ad altissima definizione e permettono delle zoommate mozzafiato fino al più piccolo particolare (v. ad esempio, il celebre quadro di Hans Holbein il Giovane, Gli Ambasciatori, 1553, conservato alla National Gallery di Londra). Inutile dire che di ogni opera vengono proposte sia una scheda storica che le informazioni tecniche, purtroppo per il momento soltanto in lingua inglese. Il tutto condivisibile via social network.

Inoltre, l’utilizzo della stessa tecnologia che ha permesso la realizzazione della street view in Google Maps, consente l’effettuazione di veri e propri tour virtuali, una vera chicca per gli appassionati d’arte e di musei di tutto il mondo.

Il progetto è recente. È stato infatti lanciato solamente nel 2011 ma è in rapido sviluppo.

Che dire ancora? Manca soltanto il link, per cui eccolo: www.google.com/culturalinstitute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *