Leggere in digitale

Un Kindle

Chi possiede un e-book reader (Kindle, Kobo, o altro) è sempre a caccia di libri da scaricare. E se lo si può fare gratuitamente, perché no?

Certo, nessuno vuole negare che la lettura di un libro stampato, specie se stampato bene, sia un’esperienza insostituibile che, al giorno d’oggi non può essere sostituita da un’apparecchiatura digitale: l’odore della carta e dell’inchiostro, il fruscio della carta, la sua consistenza, la consistenza del libro, sono tutte espressioni sensoriali irripetibili. Ma la carta pesa, i libri occupano spazio e non sempre si possono portare in vacanza tutti i titoli che si desidererebbe leggere sotto l’ombrellone.

Dato che sono un assiduo frequentatore di mezzi di trasporto pubblica, sto notando come il numero di lettori digitali sia in aumento; sempre più persone, sedute o in piedi (ecco un’altra cosa che è difficile fare con un libro tradizionale: leggere stando in piedi), hanno in mano un tablet o un lettore. Questi ultimi, inoltre, sono costruiti per mezzo di tecnologie apposite che non stancano più di tanto la vista e consentono di ingrandire o rimpicciolire il carattere a seconda dei gusti e della vista del lettore.

Dal punto di vista del risparmio economico, inoltre, è notevole: ebook gratis (quelli che costituiscono l’oggetto di questo post) oppure a pagamento con un prezzo molto ridotto rispetto all’edizione cartacea. Un libro cartaceo, oggi, costa intorno a 20 € e un lettore vorace deve sobbarcarsi una spesa mensile non indifferente.

Cominciamo con i classici. Un sito che frequento parecchio e che da anni utilizzo come strumento per i corsi di formazione (ad esempio scaricando un libro per aiutare gli allievi a vedere come si può impaginare in diversi modi in Word) è Liber Liber (www.liberliber.it). Si tratta di una biblioteca virtuale nella quale una serie di volontari ha scaricato (copiandoli, nella maggior parte dei casi) oltre 3.500 volumi, la maggior parte dei quali appartiene ai classici della letteratura, non più coperti da diritto d’autore. Da questo sito si possono scaricare libri in formato ePub, normalmente leggibili da qualsiasi ebook reader.

Liber Liber fa capo al “Progetto Manuzio” (ispirato ad Aldo Manuzio, l’umanista italiano cui si deve, fra l’altro, la sistemazione definitiva della punteggiatura e l’invenzione del carattere corsivo. All’analogo “Progetto Gutenberg” fa riferimento, invece, il sito Gutenberg.org, multilingue (il link rimanda alla pagina dei possibili scaricamenti in italiano). Qui si trovano file in formato ePub o .mobi (specifico per Kindle). Nel 1971, l’informatico Michael Hart ebbe l’idea di digitalizzare le opere letterarie di tutto il mondo, e questo sito ne è l’erede di quel progetto.

Da questi due siti ho, nel corso degli anni, attinto a più non posso. Nell’hard disk del mio PC ci sono ormai migliaia di titoli pronti per essere letti. Ho scritto “pronti per essere letti”, perché ben diverso è scaricare un libro (operazione che richiede pochi secondi), ben altra cosa è leggerlo. Sul suo sito, Salvatore Aranzulla (www.aranzulla.it) dà ulteriori segnalazioni. Eccole.

FeedBooks è una raccolta di migliaia di volumi di pubblico dominio, scaricabili in vari formati. E poi ancora ManyBooks, tutto sommato analogo al precedente come offerta ed eBook gratis, che si differenzia per la sua scelta editoriale. Non è qui possibile scaricare classici od opere di autori affermati, ma solamente opere di scrittori emergenti, che usano questa piattaforma italiana per farsi conoscere.

I grandi store, a loro volta, offrono una vasta scelta di opportunità per chi vuole trovare qualcosa da leggere senza spendere nulla. È il caso di Amazon, iBooks (store di Apple), Google Play Store, Book Republic, Mondadori Store, IBS. In ognuno di questi megasiti è possibile trovare una sezione di libri da scaricare gratuitamente oppure offerte molto scontate.

Internet ha rivoluzionato – o, per meglio dire, sta mettendo in crisi – il settore editoriale, anche se ci sarebbe da discutere. Di sicuro, in Rete si può trovare di tutto, anche se non sempre (quasi mai) lo scaricamento di libri recenti è legale. La ricerca è piuttosto facile: basta usare Google e digitare “parent directory” (senza virgolette) seguito dal nome dell’autore e provare a vedere cosa succede. Oppure, ma questo criterio di ricerca è limitato al formato PDF, digitare, sempre in Google, una stringa di ricerca (ad esempio il titolo di un libro oppure il nome di un autore) seguita dalla dicitura filetype:pdf.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *