Alcune considerazioni introduttive sulla sicurezza informatica

Il documento del quale riporto un estratto della prefazione è datato ottobre 2015 (Il futuro della cyber security in Italia. Un libro bianco per raccontare le principali sfide che il nostro Paese dovrà affrontare nei prossimi cinque anni, Laboratorio Nazionale di CyberSecurity, Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica) ed è curato da Roberto Baldoni (Università degli Studi di Roma “La Sapienza) e Rocco De Nicola (IMT, Institute for Advanced Studies, Lucca).

Ovviamente, trattandosi di un lavoro di un paio di anni fa, il Libro Bianco potrebbe non essere più aggiornatissimo, visti i ritmi con cui si succedono – nel bene e nel male – le innovazioni nell’ambito dell’informatica. Ma gli aspetti generali sono validi e attuali, soprattutto per quelle che sono le finalità che mi propongo su questo sito, prevalentemente di tipo didattico.

Continue reading “Alcune considerazioni introduttive sulla sicurezza informatica”

Dal 30 giugno WhatsApp cambia e via i vecchi telefoni

Se ne parlava proprio qualche giorno fa a lezione. Del fatto, cioè, che spesso accade che per utilizzare programmi nuovi si debba comprare un nuovo PC o un nuovo telefonino o, viceversa, se si cambia PC perché si rompe o quant’altro si debbano poi cambiare anche i programmi.

Ed ecco quindi che, puntuale come un orologio svizzero, arriva la notizia che, se vorranno continuare a utilizzare WhatsApp dopo il prossimo 30 giugno, milioni di proprietari di telefonini dovranno cambiare il proprio apparecchio a causa di un sistema operativo divenuto obsoleto. Esistono alternative? No, è proprio necessario comprare un nuovo telefono. Ovviamente, la prima cosa che ho fatto non appena letto l’articolo di Angela Sorrentino su Veb.it, WhatsApp, dal 30 giugno sparirà dagli smartphone obsoleti, è stata quella di andare a controllare se il mio telefonino è compatibile con il nuovo aggiornamento. Lo è. D’altra parte, l’ho comprato appena due o tre mesi fa e, sebbene non fosse l’ultimissimo modello, non era neanche così antiquato.

Continue reading “Dal 30 giugno WhatsApp cambia e via i vecchi telefoni”

Biscottini che non si mangiano

In inglese cookie vuole dire biscotto. Ma in informatica questo termine si riferisce a piccoli programmini, in genere di pochissime righe di codice, che il nostro computer riceve da un web server e che si scambia con esso ogni volta che visitiamo una determinata pagina.

I cookie svolgono alcune funzioni molto utili per gli utenti, quali quella di permettere a un sito di ricordarsi del visitatore ed evitargli di registrarsi tutte le volte che viene visitato. Ma possono essere anche una porta di ingresso per i malintenzionati che, tramite i cookie, possono creare dei malfunzionamenti o rubare dei dati.

Continue reading “Biscottini che non si mangiano”