Il calendario di calcio 2017/2018 in Excel

L’inizio del nuovo campionato mi ha costretto ad aggiornare il file in Excel per il calcolo della classifica del campionato di calcio di Serie A. Per scaricarlo, cliccare qui.

Per farlo funzionare, basta inserire i risultati delle partite e… non succede niente. Perché Excel esegua i calcoli orrorre scrivere “Finale” nella colonna H del foglio “Calendario”. Poi tutto il resto procede in automatico.

Il file non è protetto in nessun modo e non si tratta di una dimenticanza. Ho voluto lasciarlo così perché chiunque possa vedere come ho fatto. Ovviamente, come capita quasi sempre con i fogli di calcoli si potevano prendere diverse strade e io ne ho scelta una. Non è detto che sia la migliore e, francamente, non ricordo neppure perché, l’estate 2016, ho deciso di farlo in questo modo. Comunque, visto che ha funzionato per il campionato 2016-17, funzionerà anche per il campionato 2017-18.

Di solito aggiorno questa cartella di lavoro con una certa assiduità, ma non sempre metto onllne l’ultimo aggiornamento. L’obiettivo, però, non è quello di tenere sotto controllo i risultati del campionato di calcio, ma abituarsi a usare Excel facendo qualcosa che può risultare più interessante rispetto a un foglio di calcolo che riepiloga le vendite trimestrali di un’azienda di bevande analcoliche.

4 thoughts on “Il calendario di calcio 2017/2018 in Excel

  1. Ho aperto il file con OpenOffice, funziona tutto bene, aggiorna tutti i dati ma non mette in ordine la classifica. Cosa sto sbagliando. Grazie per futura risposta.
    Saluti Sandro Deplano

    1. Excel, OpenOffice e LibreOffice si comportano allo stesso modo per quanto riguarda le funzioni e quindi non ci sono problemi per quanto riguarda la gestione dei risultati e la classifica a barre.
      Invece, per automatizzare l’ordinamento della classifica in veste tabellare avrei dovuto creare una macro. Questo avrebbe comportato due controindicazioni:
      1. il programma sarebbe girato correttamente solo su Excel e non allo stesso modo in OpenOffice e LibreOffice.
      2. si sarebbe posto il problema di accettare l’esecuzione della macro, cosa che non tutti fanno volentieri.
      Per questa ragione è necessario provvedere all’ordinamento manualmente, almeno la prima volta. Il programma, poi, si ricorda i criteri prescelti per l’ordinamento e si semplifica il tutto.
      Non è detto però che in futuro non riesca a risolvere questo problema.

      1. Scusate la mia poca preparazione in Excel, come posso spostarli manualmente, inserendo nuove righe e copiando e rincollando o esiste un commando specifico.
        Grazie per il tempo che mi dedicate.

        1. Usando l’ordinamento personalizzato che si trova nel gruppo di comandi ordina e filtra nella scheda Home della barra multifunzione.
          Si seleziona la tabella da B3 a Y22 poi si dà il comando di ordinamento personalizzato. Se si usa Excel i criteri di ordinamento sono già predefiniti. Se si usa OpenOffice bisogna impostarli (la prima volta) con primo crierio i punti (colonna C), secondo criterio la differenza reti (colonna X), terzo criterio i gol fatti totali (colonna V).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *