AOL, Inc.

Oggi, AOL è un portale di Oath, una sussidiaria del gruppo Verizon Communications, che svolge la funzione di “società madre” per i portali AOL e Yahoo!.

La società, nata nel 1983 con il nome di Control Video Corporation e poi ribattezzata America on Line con acronico AOL o Aol, era un Internet Service Provider che nel 2006 vantava 30 milioni di utenti ed era attiva anche nel campo della ricerca su web e sviluppo software, nonché nella diffusione di contenuti mediatici grazie soprattutto all’acquisizione di Time Warner avvenuta nel 2000 (anche se nel 2009 le due società si separarono nuovamente).

Negli ultimi anni di esistenza come società autonoma, fu attiva nel business dei media in formato digitale. Tra maggio e giugno 2015 fu acquistata per 4,4 miliardi di dollari dal colosso delle telecomunicazioni Verizon, divenendone una sussidiaria.

Storia

La società nasce nel 1983 a Dulles, Virginia (USA) come Control Video Corporation (CVC) per mano di Bill von Meister, il gui primo e unico prodotto è GameLine, un servizio online per Atari 2600 per il download di giochi.

In seguito all’abbandono della società da parte di von Meinster nei primi mesi del 1985, la società viene rifondata il 24 maggio dello stesso anno con il nome di Quantum Computer Services, su iniziativa del consulente della produzione Jim Kimsey. Dopo aver prodotto servizi online per computer Commodore e Apple, nel 1991 la Quantum cambia il proprio nome in Amerca on Line e con quessta denominazione si sviluppa nei primi anni Novanta in tutto il territorio degli Stati Uniti, ampliandosi poi, alla fine del decennio, in tutto il mondo.

L’11 gennaio 2000, dopo l’approvazione della Federal Trade Commission, i vertici di America on Line e di Time Warner hanno annunciato la fusione, creandola più grande società di distribuzione di contenuti multimediali del mondo, la AOL Time Warner, che nel 2003 adotta nuovamente il nome di Time Warner.

Il 3 aprile 2006 viene annunciato l’abbandono del nominativo America on Line, Inc. e l’adozione della nuova ragione sociale AOL..

Il 13 settembre 2007 apre i battenti il portale italiano di AOL.

Dato l’insuccesso della fusione delle die compagnie mediatiche, il 28 maggio 2009 viene annunciata la scissione di AOL da Time Warner e la costituzione di una nuova public company denominata AOL, Inc. Contestualmente, viene adottato il nuovo marchio Aol. La nuova compagnia diventa operativa il 10 dicembre dello stesso anno, data dell’apertura dei negoziati presso il NYSE (New York Stock Exchange) con il simbolo AOL.

Il 12 maggio 2015 AOL viene acquistata da Verizon per 4,4 miliardi di dollari. Il 25 luglio 2016, Verizono acquisisce (per 4,6 miliardi di dollari) anche  Yahoo! e si apre una nuova stagione per AOL che è destinata a fondersi con lo storico motore di ricerca in un’unica organizzazione in grado di competere con i giganti dei media digitali.

Durante la sua storia, AOL ha acquisito molte società, tra le quali:

  • BookLink, acquisita nel 1994;
  • Navi Soft (divenuta AOLserver) nel 1994;
  • ImaginNation Network (I.I.N.) da AT&T nel 1996;
  • CompuServe nel febbraio 1998;
  • Mirabilis (creatrice di ICQ) nel 1998;
  • Personal Library Software nel 1998;
  • Nullsoft (creatrice di Winamp) nel 1999 per 86 milioni di dollari;
  • Netscape Communication Corporation nel 1999 per 4,2 miliardi di dollari;
  • Mapquest nel 1999;
  • Tegic nel dicembre 1999;
  • Time Warner, 11 gennaio 2000;
  • Singingfish, motore di ricerca, novembre 2003;
  • TechCrunch nel settembre 2010.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *