I mondiali di calcio con Excel

Un’occasione come quella dei mondiali di calcio non potevo lasciarmela scappare. Ed ecco, così, una bella cartella di lavoro in Excel (con macro per l’ordinamento della classifica dei vari gironi) per seguire anche questa manifestazione sportiva.

Il file è aggiornato al 17 giugno 2018 (l’ultima partita presa in considerazione è Brasile – Svizzera).

Visto che in giornata si è svolto anche il Gran Premio di Cataluña di motociclismo – e visto che era un po’ di tempo che non aggiornavo il file sul sito – qui sotto trovate anche l’aggiornamento alla gara odierna. Già che ci sono allego anche quello della Formula Uno, aggiornato alla vittoria di Sebastian Vettel della settimena scorsa e al suo ritorno in vetta alla classifica del campionato.

Naturalmente, tutti questi progetti non sono da considerarsi definitivi, perché nel corso del tempo possono subire aggiunte o migliorie. Per questa ragione, vi invito a controllare frequentemente gli eventuali aggiornamenti.

Ecco i tre file annunciati:

A proposito di Bitcoin (parte 1)

Inizialmente, non avevo previsto di parlare di questo argomento. Nel senso che non avevo pensato di trattarlo su questo sito. Però, visto che è diventato di moda e mi chiedono frequentemente di parlarne, allora tanto vale mettere per iscritto quello che so. Ma non darò consigli in materia di investimento, visto l’alto rischio connesso a una simile decisione.

Continue reading “A proposito di Bitcoin (parte 1)”

Gli SMS compiono 25 anni e si avviano al declino

Da quando esistono gli SMS, le nostre vite sono cambiate. Prima per annunciare il ritardo ad un appuntamento eravamo costretti a telefonare, magari non trovando la linea disponibile o il nostro interlocutore disponibile a ricevere la chiamata. Sembra sia passata una vita, ma il primo SMS della storia è datato venticinque anni fa.

Infatti, il primo SMS della storia venne inviato il 3 dicembre 1992. Prima di allora comunicare con una persona distante era molto più difficile. Potevamo scrivere una mail, inviare un fax o telefonare, ma, a parte quest’ultimo mezzo, gli altri due non erano poi così diffusi (chi ha mai avuto il fax in casa o in automobile?). Oggi credo che nessuno possa immaginare la propria vita senza la possibilità di scambiare messaggi con chiunque nella sua cerchia dei contatti, ma sono sorti nuovi e più agili strumenti utilizzati ormai da centinaia di milioni di persone in tutto il mondo: WhattsApp su tutti.

Continue reading “Gli SMS compiono 25 anni e si avviano al declino”

Telegram vs Whatsapp, qual è meglio?

Un articolo apparso oggi sul tecnoandroid.it (Whatsapp viene superato da Telegram, ecco 7 buoni motivi per sceglierlo) fa un accurato raffronto fra questi due servizi di messaggistica istantanea e io ne propongo un’ampia sintesi. Chi è il vincitore lo si capisce già dal titolo, ma vediamo perché.

Fra le due app, Whatsapp è la più anziano, essendo stata creata nel 2009 da Jan Koun e Brian Acton, due ex impiegati della società informatica Yahoo!. Il nome deriva dall’unione della locuzione inglese What’s up (Come va?) e App (ovvero Applicazione). Inizialmente fu sviluppata per IOS, per poi essere diffusa su tutti i principali sistemi operativi per smartphone. Il 19 febbraio, Mark Zuckerberg, CEO e fondatore di Facebook, annuncia l’acquisizione di Whatsapp per 19 miliardi di dollari. Contestualmente garantisce che l’applicazione continuerà a essere fornita senza l’aggiunta di pubblicità. Dal gennaio 2015 un nuovo aggiornamento permette di usare l’app al PC tramite un client su Google Chrome (nei mesi successivi ciò fu reso possibile anche per IOS e IPhone). Saltando qualche passaggio, arriviamo al 10 maggio 206, quando Whatsapp rilascia l’applicazione Whatsapp PC, che permette l’utilizzo dell’applicazione sul desktop, senza browser. La nuova applicazione è disponibile per Windows (a partire dalla versione 8) e macOS (versione 10.9 o successiva).

Continue reading “Telegram vs Whatsapp, qual è meglio?”